Eviaggiatori Blog

- Iscriviti

Prepara la valigia

martedì 11 ottobre 2011 alle 17:26

Ponte del primo novembre, perché scegliere Padova

Il ponte del primo novembre è una delle ultime occasioni dell’anno per staccare la spina e prendersi una pausa dal lavoro. Certo, la crisi attuale spesso non lascia spazio a viaggi in mete esotiche e lontane, ma è possibile passare alcuni giorni piacevoli e rilassanti pur senza viaggiare per migliaia di chilometri. Padova è una città che concentra in se stessa una quantità sorprendente di siti e attrazioni, e che permette anche in poco tempo di fare una vera e propria immersione nell’arte e nella cultura.

Sin dalla sua storia, indissolubilmente mescolata alla leggenda, Padova si dimostra città affascinante. La tradizione vuole che la città sia stata fondata da un principe troiano di nome Antenore, in fuga dalla guerra che distrusse la sua città. Di sicuro Padova, Patavium per gli antichi romani, ha alle spalle un glorioso passato artistico e culturale, di cui l’università, tra le più antiche al mondo, è tuttora tra i simboli più prestigiosi. Non a caso il poeta William Shakespeare, che in città scrisse e ambientò “La bisbetica domata”, abbia definito Padova una “culla delle arti”.

Moltissimi conoscono Padova sotto un’altra definizione, certo più celebre: è quella di “città del Santo” con cui è universalmente conosciuta. Essa è così chiamata per via del suo santo patrono, Sant’Antonio, le cui reliquie sono oggi conservate nell’omonima basilica, che ogni anno accoglie migliaia di fedeli in venerazione alla “tomba” di Sant’Antonio. L’edificio, davvero imponente e suggestivo sia all’esterno che internamente, si apprezza per le qualità architettoniche del tutto peculiari, capaci di fondere con sapienza stile romanico e bizantino. Nel piazzale antistante la basilica, si può invece ammirare la maestosa statua equestre del Gattamelata.

Nella città di Padova, la basilica del Santo è superata quanto a notorietà soltanto da un’altra attrazione di tipo religioso, nota in tutto il mondo: la cappella degli Scrovegni. Essa fu fatta costruire a partire dal 1303 da un ricco banchiere della città, in espiazione dei propri peccati. Essa custodisce il meraviglioso ciclo di affreschi realizzati da Giotto, che ne ricopre la superficie interna. Vi sono raffigurate raffigurano scene tratte da numerose fonti della tradizione cristiana, vangeli e vecchio testamento in primis, con numerosi episodi attinenti alla vita del Gesù.

Certamente Padova non rappresenta una meta d’interesse soltanto per quanto concerne gli edifici. Da ammiarare con attenzione è sicuramente il Palazzo della Ragione, che separa piazza delle Erbe da piazza della Frutta. Esso si distingue per la particolare architettura, sormontata da un soffitto in legno che dall’esterno ricorda la carena di una nave rovesciata. All’interno, invece, il grande salone è affrescato con soggetti astrologici, e ospita un grande cavallo ligneo. Certo non è possibile visitare Padova senza confrontarsi con la prestigiosa tradizione universitaria della città. Il palazzo del Bo ne rappresenta il cuore da secoli, e ospita ancora oggi il Rettorato. Al suo interno vi si possono ammirare i resti della vecchia cattedra di Galileo, che qui insegnò.

Anche gli spazi aperti, a Padova, sono carichi di fascino particolare. Numerose e belle sono le piazze, come le tre vicine nel cuore della città: piazza delle Erbe, piazza della Frutta e piazza dei Signori, che ogni giorno sono animate dal mercato cittadino. A primeggiare è però senz’altro l’immensa Prato della Valle, tra le piazze più grandi d’Europa, con un centro di forma ellittica circondato da un canale e da una doppia fila di statue. Vi si respira un’aria briosa e di grande relax, specie restando a riposare nei tiepidi mesi primaverili sul prato che la ricopre.

Padova è davvero la città ideale per un’immersione nell’arte e nella cultura, anche di pochi giorni. Passare il ponte del primo novembre in un hotel padovano consentirà di visitare una quantità di attrazioni davvero notevole, senza tralasciare il dovuto relax e l’apprezzamento delle specialità eno-gastronomiche che il territorio sa offrire. Il centro della città è ottimamente servito da mezzi pubblici, sia bus che un moderno tram, e per chi viaggia in aereo la città può essere raggiunta con comodi bus da Padova agli aeroporti del Veneto.

by Elirossa il martedì 11 ottobre 2011 alle 17:26 Commenti ( 1 )



  

Pagina 1 articoli totali : 1 ( Articoli ogni pagina: 5 )

Blog visto 1362 volte

A proposito di Elisa
Invia un messaggio privato a elirossa24

Guarda il profilo di elirossa24

Sesso: Donna

Segno zodiacale: Pesci

Provenienza: Padova

Iscritto il: 04/10/2011 11:19:19

Sito preferito:

Interessi:



Indice articoli: elirossa24
Ponte del primo novembre, perché scegliere Padova


Articoli recenti
curiosando
leonessa49
allforshoes
goldengoosers
allforshoes


Blog eviaggiatori


Eviaggiatori

eviaggiatori è una realizzazione Frappyweb Vietata la riproduzione anche parziale.
 eviaggiatori non è responsabile del contenuto dei siti collegati. Privacy contatto